Definire le caratteristiche della nostra pelle è fondamentale per prendersene cura in modo corretto scegliendo i prodotti dermocosmetici appropriati. Quattro le grandi tipologie: normale, secca, grassa e mista. La prima è quella ben equilibrata caratterizzata da pori fini, buona circolazione sanguigna, texture morbida e liscia, colorito roseo, trasparenza uniforme e senza imperfezioni. È invece secca la pelle che produce meno sebo della norma. Come conseguenza, alla pelle secca mancano i lipidi di cui ha bisogno per trattenere l’idratazione e per costruire una barriera protettiva dalle aggressioni esterne. Sensibile è anche la pelle grassa, con un’elevata produzione di sebo (seborrea). La pelle grassa tende inoltre a mostrare imperfezioni e la causa sono fattori genetici, cambiamenti ormonali e squilibri. Viene invece definita pelle mista quella di chi ha un’area compresa tra fronte, naso e mento grassa con guance più secche.

Fattori immutabili e controllabili

Le caratteristiche della pelle possono variare molto durante il corso della vita. I principali fattori che determinano questi cambiamenti comprendono il clima e inquinamento, alcuni fattori ereditari, la tendenza alla sudorazione e le scelte estetiche compiute nel corso della vita come l’uso di certi tipi di prodotti cosmetici. Un fattore immutabile che determina maggiore o minore sensibilità è invece quello cromatico e più nello specifico la provenienza etnica. Semplificando possiamo individuare pelli caucasiche, negroidi e asiatiche. Le differenze riguardano densità e distribuzione della melanina, spessore dell’epidermide e caratteristiche degli annessi cutanei, cioè ghiandole sebacee, sudoripare, unghie e peli. Non esistono particolari differenze interrazziali circa il numero di melanosomi, cioè gli organi prodotti dai melanociti in grado di secernere melanina: quel che varia è la loro struttura. La pelle nera è infatti in grado di produrre melanosomi più grandi mentre nei bianchi i melanosomi sono più piccoli. Questo però ha un peso nel determinare la suscettibilità alle radiazioni solari (le pelli bianche sono ovviamente più sensibili e irritabili), ma anche altre condizioni come la tendenza alla formazione di inestetismi, iperpigmentazioni, cheloidi e desquamazioni più frequenti nelle pelli scure.

Annunci